Giovanissimi Regionale A. Commento alla giornata 6 di ritorno.

Il campionato è come un treno,  con una sola carrozza di prima classe ed è riservata in via esclusiva al Villafranca di Cristian Bendinelli. Non c’è biglietto che tenga per accomodarsi in quest carrozza, il Villafranca viaggia da leader assoluto con un modulo piuttosto  aggressivo che permette sulla fascia sinistra di lasciar spazio alle potenti scorribande di Vanoni mentre dall’altra parte è Scrinzi che detta legge: al centro c’è bomber Capellaro che per delega

Villafranca Gio Reg Cristian Bendinelli

deve solo raccogliere i suggerimenti e infilare di potenza in porta. E così è stato ieri pur avendo di fronte un certo Comencini che sa come impostare una difesa ma contro i blaugrana c’è stato poco da fare. Imbavagliati Giramonti e Harouit non ci sono state preoccupazioni particolari per la porta difesa da Lonardi, uno dei migliori portieri della categoria Giovanissimi.
Ne approfitta ovviamente l’AlbaborgoRoma che trova nella irruenza di Macrì il modo di arrivare a rete in compagnia questa volta di Pasini; superato sia pure a fatica il CastelnuovoSandrà (ancora in attesa del nuovo allenatore Alessandro Rota),  giallorossi dunque in carrozza di seconda classe nella quale cercheranno di restare soli finoi al termine del campionato, Montebaldina e Ambrosiana permettendo.
I rossoneri ospitano un’Azzurra Sandrigo piuttosto grintosa,  una squadra messa male in classifica ma ben disposta in campo che addirrittura passa in vantaggio per prima con un missile terra/incrocio da 25 metri: è Rizzo l’autore di questa rete spettacolare. Poi si sveglia Mirko Tommasi con un preciso incrocio e con una tripletta delle sue anche grazie ai suggerimenti di Mischiatti (anche lui una rete con assist di Tommasi) con quale riesce a dialogare in perfetta sintonia. Azzurra Sandrigo modesta tecnicamente ha messo in campo molto temperamento il che suggerisce al nuovo mister Luca Zolin a considerare come non impossibile la salvezza.

Sona Calcio Giov Reg A Nicola Sembenini

L’Olimpica Dossobuono, la squadra più chiacchierata in Veneto per via dell’avvicendamento di cinque allenatori, ritrova serenità e motivazioni in spogliatoio col responsabile giovanile Quartaroli ma non risultato: a Creazzo i giallorossi partono come sempre agguerriti, in campo si vede determinazione e possesso palla ma senza conclusioni pericolose. L’Olmo Creazzo più concreta, ha la meglio perchè si porta rapidamente sul 2-0 e solo verso la fine del primo tempo il Dossobuono va in rete con Lo Presti 29’ pt  sfruttando una difettosa uscita del portiere avversario.
Sconfitta netta ma adesso la squadra c’è.
Ancora una sconfitta per mister Sembenini:  il Sona  imbriglia la Virtus per tutto il primo tempo andando vicino alla conclusione al 30’pt su una mischia. A inizio ripresa  con un tiro dal limite, Nicastro Manuel scalda le mani a Bega, portiere virtussino e ne esalta le doti acrobatiche. Virtus  sorniona attende il momento propizio e dopo due

Team SL Gio reg Franco Righetti

azioni da rete, al 17’st Tacchella si libera di due avversari mette in mezzo dove trova puntuale Cavaleri per insaccare la rete della vittoria. Virtus vede la salvezza, al Sona le preoccupazioni per il finale di campionato.
Fa capolino in alto anche la squadra di Franco Righetti che sembra aver superato la crisi di risultato: i blues del Team S. Lucia Golosine hanno ritrovato lo spogliatoio e la compattezza in campo e non è improbabile un’ascesa verso la carrozza di seconda classe, ieri a Montorio gol-vittoria di Caldeo.

 

 


Fonte L’Arena del 13.02.2018

Ancor più inattaccabile la vetta occupata nel girone A dal Villafranca, contro la Montebaldina Consolini a segno con Scrinzi, Vanoni, Pasquali e Cappellaro. Non perde terreno l’Albaborgoroma, grazie al successo sul Castelnuovosandrà deciso in avvio di ripresa da Pasini e Macrì. C’è sempre lo zampino di Tommasi nell’Ambrosiana, suoi tre dei quattro gol realizzati all’Azzurra Sandrigo. L’altro di Mischiatti. Vince anche il Realgrezzanalugo, contro il Bevilacqua i sigilli li fissano Orfeini, Pezzo e Maccarone. Mette la freccia nel finale il Team S. Lucia Golosine, a Montorio la contesa la decide Caldeo. ”


 

ALBA BORGO ROMA – CASTELNUOVOSANDRA 2-0
Arbitro: Marco Bari Verona
Reti:  1’st Pasini (A), 14’st Macrì (A)

AMBROSIANA – AZZURRA SANDRIGO 4-2
Arbitro: Mirko Ingrassia Verona
Reti: 15’pt Rizzo (Azz), 23’pt, 7’st e 24’st Tommasi (Amb), 27’st Mischiatti (Amb), 36’st Rizzo (Azz)

BEVILACQUA CALCIO – REAL GREZZANALUGO 1-3
Arbitro: Sana Abdeddine  Legnago
Reti:  2’pt Orfeini (RG), 14’pt Pezzo (RG), 21’pt Crema (BC), 28’st Maccarrone (RG)

MONTORIO – TEAM S.LUCIA GOLOSINE 0-1
Arbitro: Davide Framba Verona
Reti:  33’st Caldeo (TSL)

SONA CALCIO – VIRTUS 0-1
Arbitro: Nikolaj Bozzolan Verona
Reti: 17’st Cavaleri (V)

UNION OLMO CREAZZO A.S.D. – OLIMPICA DOSSOBUONO 3-1
Arbitro: Paolo Brazzale Schio
Reti: 16’pt Ferramosca (UOC), 34’pt Lo Presti (OD), 27’pt Cattelan (UOC), 28’st Grolla (UOC),

VILLAFRANCA VERONESE  – MONTEBALDINA 4-0
Arbitro: Leonardo Bellotti Verona
Reti: 4’pt Scrinzi (V), 25′ pt. Vanoni (V), 26’st Pasquali (V), 34’st Cappellaro (V)